Eventi, mostre, fiere, sagre, festival, gare e altre manifestazioni

home page

Vi proponiamo una selezione degli appuntamenti in programma in Valle d'Aosta

Per un programma delle principali manifestazione annuali e degli eventi sportivi, consultare la sezione Eventi annuali

Josef Koudelka
Forte di Bard
7 dicembre 2014 - 3 maggio 2015

Autentica leggenda vivente della fotografia, Josef Koudelka presenta al Forte di Bard - in prima assoluta italiana - l'esposizione Vestiges 1991-2014. In questo progetto, il fotografo dell'agenzia Magnum propone la sua personale visione di importanti siti archeologici del Mediterraneo. Il risultato è una mostra di grande suggestione, amplificata dalle stampe di grandi dimensioni. Per ulteriori informazioni www.fortedibard.it
Millenaria Fiera di Sant'Orso

Aosta

30 - 31 gennaio

di ogni anno

Botticelle in esposizione alla Porta Praetoria durante la Fiera di Sant'OrsoLa Fiera di Sant'Orso è probabilmente la più importante fiera dell'artigianato di tutte le Alpi. Ha origini antichissime e tradizionalmente si fa risalire all'inizio del secondo millennio. Nelle vie del centro storico di Aosta, oltre 1.100 espositori presentano i diversi prodotti dell'artigianato tradizionale: strumenti di lavoro in legno (rastrelli, scale, botti, posate, taglieri, sabots, etc.), sculture in legno e pietra ollare, bassorilievi, opere in ferro battuto, pannelli ed altri oggetti intagliati, mobili in legno massiccio, gerle, ceste e cestini in salice o nocciolo intrecciato, drap di Valgrisenche (coperte di lana tessute a mano su telai di legno), pizzi al tombolo di Cogne, tessuti di canapa di Champorcher, pantofole in tessuto di Gressoney, fiori in legno. Il livello tecnico degli artigiani è in costante aumento e sui banchi si possono trovare, a fianco di oggetti tradizionali, spontanei e naïfs, autentiche opere d'arte.
Dal 29 gennaio al 1 febbraio è inoltre visitabile nella centrale piazza Chanoux, antistante il municipio, l'Atelier, ospitato in una grande struttura coperta. Si tratta di una mostra mercato che accoglie e valorizza alcuni fra i migliori artigiani professionisti della regione. Negli stessi giorni, nella vicina piazza Plouves, viene allestito un grande padiglione enogastronomico con numerosi stand che propongono i prodotti eno-gastronomici tipici della regione. Nelle diverse piazze del centro cittadino vi sono strutture coperte per pranzare con menu valdostano. Alla sera del primo giorno di fiera si svolge l'ormai tradizionale veillà con varia animazione fra le vie del centro. Raccomandiamo di parcheggiare in periferia e di utilizzare le navette gratuite a disposizione dei visitatori. E' un evento da non mancare! Consigliamo di venire il primo giorno, meglio entro le 9 di mattina, e di indossare calzature e abiti caldi.
Programma dettagliato sul sito dell'Amministrazione regionale.
Carnevali di montagna

Valle del Gran San Bernardo

Carnevali della Coumba Freide

Il carnevale più originale della nostra regione è sicuramente quello della "Coumba freida", ovvero la valle del Gran San Bernardo. Qui la festa è caratterizzata dalle "landzette", le maschere che indossano abiti colorati, adorni di perline, paillettes e specchietti; il cappello è di stile vagamente napoleonico; la faccia è coperta da una maschera (un tempo di legno, oggi solitamente di plastica); in mano tengono una coda di cavallo; alla vita hanno una cintura munita di un campanello.

Altre informazioni nella sezione Cultura e tradizioni

Calendario completo dei carnevali valdostani.

Carnevali storici

in Valle d'Aosta

Nella bassa Valle d'Aosta i carnevali storici sono un evento da non perdere, per le rievocazioni suggestive di fatti storici che si perdono nella notte dei tempi, per la ricchezza dei costumi, per il clima di festa che pervade per giorni tutti i paesi coinvolti.

A Pont-Saint-Martin il carnevale si festeggia fin dal 1910 rievocando la vittoria dei Romani sui Salassi e ricordando leggende come quella di San Martino e il diavolo o della ninfa del Lys. Tra gli eventi principali del carnevale vi sono la sarabanda mascherata e le corse delle bighe in costume d'epoca romana. La sera del martedì grasso viene bruciato il fantoccio del diavolo, seguito da grande spettacolo pirotecnico.

A Verrès si tiene il più famoso e sfarzoso carnevale valdostano. Il rituale dei festeggiamenti si rifà ad un episodio storico del XV secolo quando Caterina di Challant, figlia del conte Francesco, signora di Verrès, insieme col marito Pierre d'Introd, scese nel borgo ed intrecciò le danze con gli abitanti del paese. Tra i momenti clou della manifestazione vi sono senz'altro i veglioni in maschera al Castello di Verrès e il Gran Corso di Gala del martedì grasso con Caterina di Challant e il suo seguito a sfilare per il borgo in compagnia di gruppi folkloristici e mascherati, carri allegorici e bande musicali.

Di più recente tradizione, ma in crescita, i carnevali storici di Quart e di Nus.

A Saint-Vincent, si festeggia da moltissimi anni il carnevale dei piccoli: per una settimana le funzioni amministrative vengono affidate ai bambini con l'elezione di un sindaco pro-tempore. I proventi delle multe inflitte dai mini-vigili vengono distribuiti in beneficenza. www.saintvincentvda.it

Calendario completo dei carnevali valdostani.

Alessandro Mendini. Empatie. Un viaggio da Proust a Cattelan
Centro Saint-Bénin – Aosta.
12 Dicembre 2014 - 26 Aprile 2015
Il Centro Saint-Bénin di Aosta ospita fino al 26 aprile 2015 una mostra dedicata ad Alessandro Mendini, architetto e designer tra i più celebri a livello internazionale. L’esposizione, il cui allestimento è stato realizzato appositamente per il Centro Saint-Bénin, si configura come un omaggio dell’artista a vari esponenti del mondo dell’arte, della letteratura e del design. Sono esposte 50 opere in un percorso che comprende sculture, mobili, oggetti, schizzi e progetti che fanno emergere un’indagine esaustiva dell’attività svolta da Mendini negli ultimi quarant’anni.
Orari: martedì-domenica: 9:30-12:30 / 14:30-18:30. Chiuso il lunedì.
Alessio Nebbia. Retrospettiva
Chiesa di San Lorenzo - Aosta
28 Novembre 2014 - 10 Maggio 2015.
La chiesa sconsacrata di San Lorenzo, ad Aosta, accoglie fino al 10 maggio un'esposizione dedicata alla figura di Alessio Nebbia, pittore piemontese che scelse la Valle d’Aosta come luogo di residenza e come soggetto privilegiato dei propri dipinti. La mostra ripercorre l’attività pittorica dell’autore attraverso una selezione di opere provenienti da collezioni pubbliche e private. Nebbia elabora una propria visione artistica incentrata sulla montagna, che conosce bene anche sotto il profilo alpinistico. I paesaggi valdostani costituiscono la sua principale fonte d’ispirazione artistica.
Ingresso libero.
Orari: martedì-domenica: 9:30-12:30 / 14:30-18:30. Chiuso il lunedì.

Omaggio a Franco Balan

Museo Archeologicoco, Aosta

19 dicembre 2014 – 1 marzo 2015

Presso il Museo Archeologico Regionale di Aosta, è aperta fino al 1 marzo la mostra Omaggio a Franco Balan, dedicata al celebre artista, grafico e illustratore valdostano. L’esposizione presenta al pubblico I dodici personaggi della storia valdostana, ritratti serigrafati dedicati a dodici Valdostani illustri, proponendo un viaggio nel tempo, scandito da alcune delle figure più emblematiche della Valle d’Aosta. Accanto a queste serigrafie, è proposta in mostra una selezione di manifesti realizzati da Balan a partire dagli anni settanta. Si tratta di alcuni dei lavori a cui è legata la grande popolarità dell’autore e che appartengono a pieno titolo alla cultura visiva della Valle d’Aosta. Franco Balan (Aosta, 1934-2013) è tra i più importanti e originali artisti valdostani contemporanei. I suoi rapporti con la scuola polacca del manifesto hanno influenzato tutta la sua vicenda professionale, caratterizzata da un’estrema libertà espressiva, che accosta stili e tecniche diverse, dal disegno al collage.
L’esposizione è aperta dal martedì alla domenica con il seguente orario: 10-13 e 14-18. Lunedì chiuso. L’ingresso è gratuito.
Chatillon
Castello Gamba

Arte moderna e contemporanea
Castello Baron GambaIl Castello Gamba di Chatillon, fatto erigere tra il 1901 e il 1903 dal barone Carlo Maurizio Gamba, ospita la collezione di arte moderna e contemporanea della Regione Autonoma Valle d'Aosta. L'esposizione, articolata in 13 sale, presenta una selezione di 150 opere realizzate dalla fine del XIX secolo ad oggi.

Di grande interesse anche il grande parco alberato che circonda il castello e che accoglie alcune imponenti piante monumentali.

13-20 settembre 2015

Tor des Géants
endurance trail della Valle d'Aosta
sesta edizione

Toir des Géants 2012La sesta edizione del Tor des Géants si correrà dal 13 al 20 settembre 2015. La prova, una delle più impegnative al mondo, sta riscuotendo un grande successo di partecipazione e di gradimento fra gli atleti e un crescente interesse di pubblico. Si tratta di una corsa davvero estrema: 330 km di sviluppo orizzontale, 24.000 m di dislivello verticale, 35 colli al sopra dei 2.000 m. La gara concatena i percorsi dell'Alta Via n. 2 e dell'Alta Via n. 1 della Valle d'Aosta. Partenza e arrivo da Courmayeur: il periplo della regione ai piedi dei più alti quattromila delle Alpi. Un'esperienza davvero al limite delle possibilità umane che mette alla prova le capacità e la resistenza anche dei più tosti: tempo max 150 ore. Informazioni dettagliate sulla corsa sono disponibili sul sito ufficiale della manifestazione: www.tordesgeants.it 
L'edizione 2014 è stata vinta dal valdostano Franco Collé in 71h 49'. La prima delle donne è stata la francese Emilie Lecomte con l'eccellente tempo di 85h 53'.

Osservatorio Astronomico della Valle d'Aosta
Saint-Barthélemy (Nus)

Visite, osservazioni, attività

L'Osservatorio astronomico regionale di St Barthelemy, potenziato recentemente con nuova strumentazione, continua la propria missione di divulgazione organizzando numerose attività di informazione e animazione: conferenze, corsi teorico-pratici di astronomia e archeoastronomia, serate a tema.

Per il programma dettagliato delle attività, visitate il sito dell'Osservatorio: www.oavda.it

L'Osservatorio astronomico della Valle d'Aosta è situato a Lignan, a 1.650 m di altitudine, nel comune di Nus. La struttura è stata concepita per ospitare, oltre ad astronomi professionisti, anche appassionati e studenti. A fianco del telescopio principale sono a disposizione del pubblico alcuni telescopi di minori dimensioni per l'osservazione dei corpi celesti. Per le scuole e per semplici visitatori vengono organizzate visite guidate, serate di osservazione e laboratori gestiti da personale qualificato. Un planetario, aperto nei week-end, completa la ricca offerta di esperienze per appassionati e curiosi.
La zona offre diverse possibilità di belle escursioni naturalistiche ed etnografiche (Vedi sezione ItineRARI).
Per le scuole abbiamo realizzato delle attività didattiche di educazione ambientale e scientifica, abbinabili alla visita dell'osservatorio.

Nella sezione Informazioni pratiche trovate informazioni su musei, esposizioni permanenti e sedi espositive

Per gli eventi ricorrenti, comprese le manifestazioni sportive, consultare la sezione Eventi annuali

Per ulteriori informazioni sulle mostre, visitate il sito dell'Amministrazione regionale

o contattate l'ufficio mostre regionale u-mostre@regione.vda.it

Segnaliamo anche le mostre in corso e in programma alla vicina Fondation Pierre Gianadda di Martigny (Svizzera), raggiungibile in un'ora e mezza di auto da Aosta, attraverso il traforo del Gran San Bernardo.

La Fondazione Gianadda gode da tempo di grande prestigio, organizzando ogni anno esposizioni di livello internazionale.

 

Anker, Hodler, Vallotton... 5 dicembre 2014 - 15 giugno 2015
Matisse nel suo tempo 19 giugno - 22 novembre 2015
Zao Wou-Ki4 dicembre 2015 - 12 giugno 2016

 

La Fondation Gianadda ospita inoltre alcune esposizioni permanenti:

 

bullet

Museo dell'automobile. Una cinquantina di vetture antiche, prodotte dal 1897 al 1939.

bullet

Museo gallo-romano. Esposizione dei numerosi reperti rinvenuti nella zona.

bullet

Parco delle sculture. E' possibile passeggiare nel parco della fondazione fra vestigia romane e sculture di alcuni tra i maggiori artisti del '900.

bullet

La cour Chagall.  Il Parco delle sculture ospita ora anche un mosaico monumentale realizzato da Marc Chagall per Ira Kostelitz e donato alla Fondazione nel novembre 2003 in occasione del suo 25° anniversario.

 

Aperto tutti i giorni, novembre-giugno: 10-18, giugno-novembre: 9-19.

A due passi dalla Fondazione Pierre Gianadda sono visitabili i resti dell'anfiteatro romano di Octodurum (l'odierna Martigny). 

Facciamo ogni sforzo per aggiornare e verificare le informazioni contenute in queste pagine. Il webmaster non potrà tuttavia in nessun caso essere ritenuto responsabile di eventuali inconvenienti o danni derivanti da informazioni errate o incomplete.

www.naturaosta.it  Arte e natura in Valle d'Aosta -  Copyrights 2001-2015